Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_assunzione

Passaporti

 

Passaporti

1 - Informazioni generali

Il passaporto è un documento di viaggio e di riconoscimento disciplinato essenzialmente dalla Legge n. 1185/1967.

Condizione fondamentale per richiedere un passaporto è l'iscrizione all'AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero) e la residenza nella Circoscrizione Consolare dell'Ambasciata d'Italia in Assunzione.

Tuttavia, anche i cittadini italiani non residenti in questa Circoscrizione Consolare possono eccezionalmente richiedere il rilascio del passaporto per giustificati e documentati motivi. In tali casi i tempi di rilascio possono risultare più lunghi, in quanto occorre acquisire la "delega" da parte dell'Ufficio competente per residenza (Questura o altro Ufficio Consolare).

È possibile presentare domanda per un nuovo passaporto A PARTIRE DA 6 MESI PRIMA DELLA SCADENZA DEL PRECEDENTE PASSAPORTO.

NOTA BENE: Il rilascio del passaporto è subordinato alla verifica dell'aggiornamento della posizione anagrafica e di stato civile del richiedente. Si ricorda, in particolare, che è necessario aver provveduto a richiedere la trascrizione degli atti di stato civile relativi al richiedente ed ai suoi familiari (es. matrimonio, nascita figli, divorzio, ecc.)

2 - Modalità di richiesta del passaporto

Per poter richiedere il rilascio del passaporto occorre prenotare un appuntamento "on-line" esclusivamente tramite il sistema di PRENOTA ONLINE.

Il richiedente dovrà presentarsi all’appuntamento munito della seguente documentazione:

- un documento di riconoscimento valido (non scaduto);

- l’eventuale passaporto scaduto o in scadenza oppure, in caso di smarrimento o furto del passaporto, una copia della denuncia resa alla competenti autorità di Polizia;

- n. 2 fotografie identiche, frontali, a colori, formato 35 x 40 mm, sfondo chiaro, sguardo di fronte, occhi aperti, viso centrato (non sono ammesse ombre ed occhiali scuri); clicca qui per vedere le specifiche ICAO delle fotografie valide;

- ricevuta originale del versamento della tariffa consolare (non fotocopia); clicca qui per vedere le modalità di pagamento;

- nel caso in cui il richiedente abbia figli minori di anni 18, atto di assenso (vedi punto 4) al rilascio da parte dell’altro genitore, a prescindere dallo stato civile del richiedente (celibe/nubile, coniugato, separato o divorziato);-

- nel caso in cui il richiedente sia un minore di anni 18 occorre la presenza di entrambi i genitori; in caso di assenza dovrà essere prodotto un atto di assenso (vedi punto 4);

3 - Minori

Dal 2012 tutti i minori italiani che viaggiano devono essere in possesso di passaporto. La validità temporale del passaporto per i minorenni non è di 10 anni ma è differenziata in base all'età:

- tre anni di validità per i minori da 0 a 3 anni;

- cinque anni di validità per i minori da 3 a 18 anni.

La rilevazione delle impronte digitali e l'apposizione della firma è prevista dai 12 anni in su.

Per poter rilasciare il passaporto ad un minore è necessario che il suo atto di nascita sia stato registrato in Italia, oppure che l'Ufficio Consolare abbia già avviato la procedura di trascrizione.

Per i minori di 14 anni l'uso del passaporto è subordinato alla condizione che viaggino in compagnia di almeno uno dei genitori (o chi ne fa le veci). Se viaggiano con terzi è necessario richiedere una menzione sul passaporto italiano o una dichiarazione di accompagnamento. Per informazioni sulla dichiarazione di accompagnamento e sulle modalità di richiesta clicca qui.

4 - Atto di assenso

L'atto di assenso è una dichiarazione personale che il genitore può sottoscrivere utilizzando l'apposito modulo:

- Modulo per cittadino dell'Unione Europea o extra-UE regolarmente soggiornante in Italia (allegare fotocopia di un documento d'identità valido);

- Modulo per cittadino extra-UE non regolarmente soggiornante in Italia (la firma deve essere autenticata dalla Questura o dal  Consolato italiano competente).

In caso di decesso di uno dei genitori, è necessario presentare l’atto di morte dello stesso.

In assenza dell’assenso dell’altro genitore, il Capo della Rappresentanza consolare, nella sua veste di Giudice Tutelare dei minori residenti nella circoscrizione può, dopo aver effettuato gli accertamenti di rito, autorizzare il rilascio del passaporto al richiedente con apposito Decreto consolare (clicca qui per scaricare il modulo di richiesta).

PER ULTERIORI INFORMAZIONI, CLICCA QUI


63