Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cittadinanza per discendenza (iure sanguinis)

 

Cittadinanza per discendenza (iure sanguinis)

Cittadinanza per discendenza (iure sanguinis)

 

E’ cittadino italiano il figlio di genitori (padre e/o madre) cittadini italiani. La cittadinanza si trasmette da padre in figlio senza limiti di generazione, con la condizione che nessuno degli avi abbia mai rinunciato.

La trasmissione della cittadinanza per linea materna è possibile solo per i figli nati dopo il 1º gennaio 1948.

I discendenti di madre italiana nati prima del 1° gennaio 1948 (fattispecie non disciplinata dalla Legge) per ottenere il riconoscimento della cittadinanza dovranno ricorrere ad un Tribunale Civile italiano, pertanto essi dovranno rivolgersi ad uno Studio Legale in Italia. Questa Ambasciata non fornisce i dati di Studi legali che offrono tale servizio, che potranno essere reperiti facilmente in Internet.

A partire dal 16 agosto 1992, i cittadini italiani che acquistano una cittadinanza straniera non perdono la cittadinanza italiana a meno che non vi rinuncino espressamente, salvo quanto previsto da convenzioni internazionali. Prima di tale data, la perdita era automatica. In questo caso è possibile riacquistarla dopo almeno un anno di residenza legale in Italia.

La richiesta di riconoscimento della cittadinanza italiana deve essere presentata dal diretto interessato esclusivamente presso l'Ufficio Consolare nel Paese in cui si ha la residenza legale.

 

Gli interessati residenti in Paraguay devono consegnare la documentazione per il riconoscimento della cittadinanza italiana all’Ufficio Consolare dell’Ambasciata d’Italia in Assunzione, esclusivamente previo appuntamento da richiedere al seguente indirizzo di posta elettronica: cittadinanza.assunzione@esteri.it .

Il predetto indirizzo di posta elettronica potrà essere utilizzato anche per ottenere informazioni non contenute nella presente pagina WEB.

Gli interessati dovranno presentarsi il giorno dell'appuntamento con la documentazione completa in originale.

Scarica di seguito le istanze, la lista dei documenti e le istruzioni:

- Istanza di riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis;

- Lista dei documenti da allegare alla predetta istanza;

- Schema di albero genealogico;

- Istanza per il riconoscimento di sentenza straniera di divorzio;

- Istruzioni per l’ottenimento del nuovo Codice di Avviamento Postale vigente in Paraguay.

 

Tutti i documenti devono essere:

Legalizzati dalla Rappresentanza diplomatico/consolare italiana del Paese di emissione o, come nel caso di documenti emessi in Paraguay, riportare "L'Apostille" apposta dall’Autorità straniera competente nei Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aja del 5.10.1961;

Tradotti in italiano da un traduttore ufficiale di riferimento di questa Ambasciata (scarica qui la lista aggiornata);

 

Per il trattamento della domanda di riconoscimento della cittadinanza italiana di persona maggiorenne è dovuto il pagamento di diritti consolari pari al controvalore in Guaranies di Euro 300,00 (Legge n.89 del 23 giugno 2014).

I diritti consolari sono dovuti per la trattazione della pratica di ricostruzione, vanno riscossi al momento della presentazione della domanda e sono indipendenti dall’esito dell’accertamento: non si provvederà quindi alla restituzione in caso di rigetto dell’istanza.

Clicca qui per maggiori informazioni sulle modalità di pagamento e sull’importo da pagare, il quale viene aggiornato trimestralmente.

Sono tenuti al pagamento tutti i soggetti maggiori di anni 18 che chiedono il riconoscimento della cittadinanza italiana. Sono esenti le richieste di riconoscimento di cittadinanza presentate a nome di minorenni.

 

 

 


171